Visita il nostro archivio

L’antica saggezza del Ta Yukapti

Il Muay, arte marziale ancestrale siamese, si basa sull’applicazione di principi matematici e geometrici all’arte del combattimento. La componente principale di una buona postura è la posizione dei piedi del combattente sul terreno. Questo elemento fondamentale rappresenta un’efficace applicazione dei principi matematici e geometrici al corpo umano. La posizione dei piedi del combattente è il fondamento su cui è costruito l’intero sistema di combattimento siamese: secondo un’antica tradizione, si ritiene generalmente che il combattente si troverà in una delle seguenti 3 posture nel corso di uno scontro. In base alla posizione dei piedi a terra, ci si può trovare in una posizione di supporto a 1 punto (Yeun Neung Khum), una posizione di supporto a 2 punti (Yeun Song Khum o posizione quadrata) o una posizione di supporto a 3 punti (Yeun Saam Khum). Quest’ultima è comunemente chiamata “posizione a triangolo”, poiché i piedi sono posizionati sui vertici di un triangolo immaginario disegnato sul terreno. Passando dalla prima alla terza situazione, la stabilità e la capacità del combattente di reagire agli stimoli esterni vengono gradualmente aumentate. La posizione a triangolo rappresenta il pilastro attorno al quale è modellato l’intero “standard tecnico” dell’Arte; infatti, si dice che questa sia la madre di tutte le tecniche tradizionali del Muay e il suo apprendimento costituisce il fondamento di una vera comprensione del sistema di combattimento originale siamese. In realtà, una posizione spesso fraintesa che nasconde molti elementi cruciali e che, una volta svelata, può fornire a un Nak Muay una prospettiva completamente nuova di allenamento è la posizione a due punti d’appoggio (immagine 1).
In effetti, questa posizione è comunemente etichettata come inutile per il combattimento e rapidamente scartata a favore della più pratica posizione a tre punti. Questo è un grosso errore che può precludere una vera comprensione dei principi energetici del Muay e, di conseguenza, ostacolare lo sviluppo di una forte energia da battaglia o Phalang Yuth.
Rispetto al Gam Lang o energia muscolare, il Phalang Yuth è molto più complesso da definire e molto difficile da sviluppare. Un vero Nak Suu (guerriero) è considerato “privo di armi” quando non è dotato di un elevato livello di energia da battaglia. Allenare i muscoli senza preoccuparsi del Phalang Yuth è un errore grossolano e tutti gli insegnanti di Muay Thai dovrebbero fornire agli allievi una conoscenza di base delle esercizi necessari a svilupparla.
Primo passo: capire come usare la posizione a due punti.
Non molti praticanti di Muay sono abituati ad allenarsi in questa posizione: dalla prima lezione a tutti i thai boxers viene insegnato a stare in una delle varianti della posizione a triangolo. In questo modo vengono indirizzati verso l’esecuzione di vari schemi di passi non appena iniziano a lanciare pugni, calci, ginocchiate e gomitate. Tuttavia, l’antico sistema di allenamento che è stato usato per secoli dagli insegnanti Thailandesi si basava sull’esecuzione di molti esercizi nella posizione a due punti. Questo veniva fatto ancora prima di iniziare a praticare passi e colpi in movimento. Alcuni stili moderno-tradizionali di Muay ancora basano la loro formazione su vari usi di questa postura spesso sottovalutata. Nel Muay Chaisawat tutti gli allievi sono istruiti ad allenare i colpi di base da questa posizione all’inizio di ogni lezione. I pugni, i calci, le ginocchiate e le gomitate sono allenate nella postura Ta Song Khum con particolare attenzione al lavoro dell’anca. In effetti, ogni azione dovrebbe iniziare con una torsione dell’anca che genera l’energia necessaria per eseguire il colpo. Nel Muay Lert Rit, l’elemento più importante dell’attacco e della difesa è la corretta applicazione degli 8 principi energetici ( paet lakkan phalang yuth): il modo migliore per sviluppare quell’energia è proprio attraverso una serie di esercizi eseguiti nella posizione a due punti (immagine 2).

2 2 point L’antica saggezza del Ta Yukapti

Nel Combat Muay Boran, gli attacchi di base, le combinazioni di colpi, le tecniche difensive, i contrattacchi singoli e multipli sono allenati anche nella posizione a due punti ( immagine 3).

3 2 point L’antica saggezza del Ta Yukapti

Tutti i praticanti sono incoraggiati a usare tali esercizi come riscaldamento specifico o come mezzo per approfondire la comprensione di tutte le dinamiche coinvolte in ciascun movimento. Anche nel Muay Pram vengono eseguiti molti esercizi fondamentali in Ta Song Khum, sia con un compagno di allenamento che da soli (immagine 4).

4 2 point L’antica saggezza del Ta Yukapti

Investire del tempo ogni giorno praticando nella posizione Ta Song Khum aiuterà i praticanti di Muay Thai di tutti i livelli a ottenere diversi vantaggi cruciali.
- Costruire la forza e la resistenza delle gambe. Con i piedi alla larghezza delle spalle, piega le gambe allineando le ginocchia alle dita dei piedi. Ricorda che accovacciarsi eccessivamente può essere dannoso per un corretto allineamento del corpo e troppo stressante per l’articolazione del ginocchio. Mantieni questa posizione il più a lungo possibile, fino a 30 minuti; la respirazione addominale è necessaria per un migliore sviluppo e circolazione dell’energia vitale (Lom Pran). Nella seconda fase, inizia a salire e scendere (allungare e flettere i muscoli delle gambe) coordinando il lavoro delle gambe con la respirazione addominale profonda e infine con movimenti specifici delle braccia. I muscoli delle gambe, i glutei, la parte inferiore dell’addome, il pavimento pelvico e la zona lombare trarranno grandi benefici da un regolare allenamento in Ta Song Khum. Anche la resistenza e la forza delle articolazioni della caviglia, del ginocchio e dell’anca saranno notevolmente incrementate da questo tipo di esercizi statici.
- Miglioramento dello stabilità. Costruire una solida base è uno degli attributi tradizionalmente considerati cruciali per un combattente. Senza un forte radicamento la potenza non può essere generata ed espressa sia in modo difensivo che offensivo. L’equilibrio è un prerequisito per l’esecuzione di tutte le tecniche della Muay Thai: senza una base solida non c’è equilibrio e senza equilibrio non c’è forza nella difesa e nell’attacco. Nell’allenamento in Ta Song Khum il tuo corpo acquisisce lentamente la capacità di sentire il terreno e radicarsi: dopo un periodo di allenamento in questa posizione, sarai in grado di progredire verso il più impegnativo Ta Neun Khum (posizione ad un punto d’appoggio). Quando un solo piede è a terra, la tua radice deve essere molto ben sviluppata per mantenerti in equilibrio: lavorare in questa posizione difficile rappresenta il test finale della stabilità di un combattente.
- Sviluppare una migliore percezione del tuo centro. Lavorando in Ta Song Khum un Nak Muay imparerà ad allineare correttamente il suo corpo: spalle, fianchi, colonna vertebrale e piedi dovrebbero essere posizionati correttamente in ogni momento per migliorare la creazione ed aumentare l’emissione della potenza. Questa abilità deve essere allenata costantemente attraverso esercizi di stabilizzazione eseguiti nella posizione a due punti. Quando un combattente ha sviluppato un buon equilibrio, si sente sempre centrato: ciò significa che ha una percezione dell’area del suo corpo in cui viene generata la sua energia. Diventerà abile nel trarre forza dal terreno, guidarla verso il proprio centro (area pelvica) e da lì, inviarla alle braccia e alle gambe da dove verrà espressa effettivamente, sia offensivamente che difensivamente.
Nel corso dei secoli sono stati sviluppati molti tipi di esercizi che possono essere eseguiti in Ta Song Khum: alcuni hanno lo scopo di sviluppare attributi fisici fondamentali, come abbiamo visto. Altri hanno lo scopo di provare le tecniche di combattimento concentrandosi sul corretto posizionamento del corpo e sulla perfetta esecuzione. Lo scopo principale di quest’ultimo tipo di allenamenti è quello di aiutare il Nak Muay a “sentire” il flusso di energia che si muove dal terreno in su: quando l’energia raggiunge la zona dell’anca, è necessario impiegare una rotazione energica per immagazzinare e reindirizzare correttamente quell’energia . Questa torsione dell’anca è spesso l’anello mancante nelle azioni di attacco e di difesa di molti praticanti: al contrario, una corretta rotazione dei fianchi è considerata nella Muay Thai come il fattore più importante nel lanciare potenti colpi di gambe e di braccia ( immagine 5).

5 2 point1 L’antica saggezza del Ta Yukapti

Sono necessarie innumerevoli ripetizioni di ogni tecnica di pugno, calcio, ginocchio e gomito eseguite nella posizione a due punti per sviluppare una vera potenza da knock-out. Anche le tecniche difensive trarranno grande beneficio da una pratica regolare in Ta Song Khum. In effetti, per essere efficienti, il blocco, la parata, l’arresto, la schivata e lo spostamento richiedono un perfetto allineamento del corpo, equilibrio, corretta trasmissione di energia dal centro alla periferia del corpo. Tutti questi attributi sono sviluppati e potenziati dall’allenamento su due punti d’appoggio.
Ultimo ma non meno importante, secondo i vecchi maestri Thailandesi, un allenamento regolare in Ta Song Khum non solo sviluppa attributi fisici ma può anche migliorare la forza mente di un combattente. In effetti, lavorare in quella posizione per lunghe sessioni di allenamento sviluppa il carattere di un praticante, insegnandogli a tollerare affaticamento e dolore. Quando un praticante impara a mantenere il suo centro mentale anche se sente dolore nella maggior parte del suo corpo (rimanere in una corretta postura Song Khum per molto tempo è estremamente impegnativo) la sua capacità di rimanere centrato nel pieno di una battaglia (combattimento) sarà notevolmente migliorato. Questa è ovviamente una delle abilità mentali che gli antichi maestri hanno sempre cercato di sviluppare nei loro studenti per prepararli adeguatamente al combattimento.