Visita il nostro archivio

Chern Muay: il tesoro nascosto della Muay Boran (parte 2)

Chern, เชิง artificio; finezza; tecnica.
Il libro di testo del Maestro Sintusan classifica le tecniche Chern Muay in base all’arma del corpo principale usata per attaccare o contrattaccare. Pertanto, identifica i seguenti quattro gruppi:

• Chern Mahd, le tecniche di pugno
• Chern Thao, le tecniche di calcio
• Chern Kao, le tecniche di ginocchio
• Chern Sok, le tecniche di gomito

Ognuno di questi gruppi include una vasta gamma di attacchi e contrattacchi basati su molti usi possibili di una singola arma naturale. Alcune di queste tecniche inizialmente possono sembrare intricate e difficili da applicare in un vero combattimento: tuttavia, non si deve mai dimenticare che tutte le Chern Muay sono testate in battaglia ed è il nostro compito svelare le giuste applicazioni per una data situazione di combattimento. Se una tecnica di Muay Boran sembra strana e troppo difficile da eseguire, non è colpa della tecnica. L’esecutore potrebbe aver dedicato troppo poco tempo all’apprendimento e forse ha solo bisogno di più tempo per provare e più sforzi per essere in grado di applicarla efficacemente in combattimento. Alcune Chern Muay sono proprio così: sembrano difficili e talvolta scoraggiano i praticanti. Ma più ti alleni e più inizierai ad apprezzare la bellezza interiore di quelle antiche tecniche di combattimento. Analizziamo i quattro gruppi più in dettaglio.

1. Chern Mahd. Le due linee energetiche di base per i pugni sono diretta e curva. I pugni circolari possono seguire un percorso orizzontale, verso l’alto, verso il basso o in rotazione. Inoltre, i pugni possono essere combinati con calci, colpi di ginocchio e gomito per scagliare devastanti attacchi multipli. Se usati come contrattacco, possono essere impiegate tecniche di pugno singole o multiple contro tutti i tipi di attacchi, come pugni, calci, ginocchiate e gomitate.
(video: Chern Mahd per contrastare un calcio circolare alla cassa toracica)

La maggior parte delle applicazioni delle Chern Mahd hanno lo scopo di attaccare la testa: mento, mascella, naso, tempie, orecchie, gola e collo. Tuttavia, alcune di queste tecniche, in particolare gli attacchi multipli, sono anche mirate al corpo: il plesso solare, il fegato e la milza sono i bersagli principali.

2. Chern Thao. Le tecniche di calcio seguono due linee energetiche principali: diretta e circolare. I calci circolari possono essere verticali verso l’alto, verticali verso il basso, orizzontali, diagonali verso l’alto, diagonali verso il basso e in rotazione. Gli attacchi di calcio possono essere singoli o multipli: gli attacchi di calci multipli combinano calci circolari e diretti oppure mescolano calci circolari che seguono percorsi diversi, come quelli diagonali verso l’alto e quelli in rotazione.
(video: Chern Thao di attacco con calci multipli).

Alcune Chern Thao sono concepite per contrastare i pugni, mentre altre vengono usate per contrastare i calci diretti o circolari. Le tecniche di calcio sono usate per attaccare tutti i tipi di bersagli dalla testa ai polpacci. I principali punti di attacco sono: mascella, tempie, gola, collo, cassa toracica, plesso solare, fegato, milza, inguine, cosce, ginocchia, polpacci.

3. Chern Kao. Gli attacchi di ginocchio appartengono a due grandi famiglie: attacchi con prese e attacchi senza prese. Quando afferri e colpisci con le ginocchia, puoi afferrare il collo o le braccia dell’avversario con una o due mani, una o due braccia. Le principali linee energetiche utilizzate per eseguire gli attacchi di ginocchio sono: verso l’alto, in diagonale in avanti, circolari. Alcune Chern Kao insegnano come attaccare contemporaneamente con ginocchia e gomiti: una volta appresi correttamente questi attacchi multipli a corto raggio sono devastanti e molto difficili da bloccare. Gli attacchi di ginocchio sono ottime tecniche di contrattacco, generalmente utilizzate contro pugni o prese.
(video: Chern Kao per contrastare una sventola alla testa)

I principali bersagli delle Chern Kao sono la testa e il corpo. Il mento, la mascella, il naso, le orbite, le tempie sono molto vulnerabili alle ginocchiate. Nel tronco, il plesso solare, lo sterno, il fegato, la milza e le costole fluttuanti sono obiettivi eccellenti per gli attacchi di ginocchio (con o senza prese).

4. Chern Sok. I gomiti sono le armi del corpo più versatili incluse nelle strategie di combattimento Chern Muay. Gli attacchi di gomito vengono eseguiti seguendo 9 diversi percorsi energetici lungo linee rette o curve. Sono armi a corto raggio ma possono anche essere utilizzate a distanza con l’aiuto di varie manovre di salto e rotazione. I gomiti possono essere combinati con calci, pugni e ginocchiate per eseguire combinazioni devastanti o attacchi multipli mirati a bersagli diversi contemporaneamente. Per tutti questi motivi il numero di tecniche Chern Sok elencate dal Maestro Sintusan è superiore a qualsiasi altra forma di attacco (pugni, calci o ginocchiate). I migliori Nak Muay usano colpi di gomito come contrattacchi contro pugni o attacchi con le ginocchia.
(video: Chern Sok come tecnica di finalizzazione dopo deflezione e proiezione su diretto sinistro)

Attaccare direttamente con un colpo di gomito è un tipico errore da principiante che raramente i combattenti esperti fanno. Diverse tecniche Chern Sok sono eccellenti contrattacchi: la maggior parte dei pugni, delle ginocchiate e delle prese al collo possono essere contrastati con efficienza letale utilizzando i gomiti, secondo questi antichi precetti. I gomiti devono attaccare la gola, il mento, la sommità o il lato della testa (mascella, tempie, orecchie), il collo, la nuca o il viso (per attaccare la radice o la base del naso o per tagliare la pelle della zona-T) per ottenere i migliori risultati: tuttavia, anche la cassa toracica, la parte superiore delle braccia e la parte superiore delle gambe sono possibili bersagli dell’”arma intangibile”.